Androginia: la grande opera dell’alchimista

Cos’è l’androginia? Chi o cosa è l’androgino?

È lo stato di essere androgino, il termine usato per riferirsi alla donna e all’uomo fusi in un unico corpo. 

Come simbolo, l’androgino è per me sia romantico che ultraterreno. Romantico perché questa metà donna e metà uomo simboleggia le anime gemelle che si separarono e si riunirono. Ci innamoriamo e istintivamente cerchiamo il compagno perfetto con cui stare per tutta la vita. E ultraterreno perché la nostra ricerca di quel compagno è davvero un’eco di un obiettivo cosmico più grande di unirci con l’universo, Dio, il Tao, o qualunque cosa tu chiami quel grande qualcosa da cui proveniamo e al quale torneremo un giorno.

L’idea di unità, completezza, unità del fisico e dello spirituale, di mondi totalmente opposti, è il messaggio principale dell’androginia come simbolo alchemico. 

Completamento e perfezione primordiali

Lo stato assoluto

Totalità armonizzata

Comunione di Spirito e Materia

Libertà dalla dualità del mondo

La riconquista del Paradiso

Fusione dell’attività con la ricettività

Ricombinazione delle forze primordiali maschile-femminile

Riunificazione delle polarità

L’unità originaria del Padre universale e della Madre universale

L’Androgino Ermetico o Alchemico

Nell’alchimia, l’androginia è un simbolo di immortalità, trascendenza e totalità. È il trionfo sull’ingannevole dualità derivante dalla creazione dell’universo. Rappresenta anche la fusione dei sé, il trionfo sulla mente e sull’ego e l’accordo tra identità e diversità, in particolare la dualità.

Si diceva che la Materia degli alchimisti non avesse bisogno di nient’altro che di se stessa per produrre un Bambino Reale. L’androginia sarebbe stata causata dall’accoppiamento delle montagne, che sono Mercurio o Hermes, e Venere o Afrodite.

 La materia è una combinazione di sale, mercurio e zolfo, ovvero ciò che è fisso e ciò che è volatile. Questo materiale è il loro Azoth, che insieme al Fuoco sono gli unici componenti di cui l’Artista aveva bisogno. L’Azoth o medicina universale era tra le più grandi aspirazioni degli alchimisti. La chiamavano anche la natura spirituale di Mercurio.

L’androgino possedeva la grazia femminile, la forza maschile e le altre qualità distinte dei due sessi. I chimici ermetici affermavano anche che possiamo trovare l’androgino dove gli elementi sono presenti in qualsiasi parte della terra.

Il Re e la Regina unificati dall’alchemica Philosophia Reformata (1622) di Johann Daniel Mylius.

La grande opera dell’alchimista

Nell’alchimia la Grande Opera sta producendo l’androgino perfetto, o l’umanità restaurata alla completezza.

Il Due-in-Uno primordiale rappresentava la Grande Opera o l’obiettivo finale dell’alchimia: raggiungere l’equilibrio nell’unità e trionfare sull’illusione frammentaria del mondo. L’androginia è anche la conquista della Pietra Filosofale.

Nell’alchimia occidentale, il filius philosophorum simboleggiava la coscienza separata che l’alchimista voleva riprendere dal mondo fisico. La parte uomo/parte donna significava anche la fine dell’irrequietezza perché l’alchimista ha finalmente compiuto la Grande Opera.

alcune illustrazioni alchemiche, l’androgino è etichettato Rebis o Res Bina , che significa due cose o doppie cose. È detto anche Ermafrodita o Androgino dei Saggi , che nasce dall’accoppiamento degli elementi maschili Zolfo e femminili Mercurio. Questi due elementi opposti e tuttavia complementari entrarono nel Bagno mercuriale e generarono il maschio e la femmina in un unico corpo.

Incisione su legno dall’alchemico tedesco Rosarium Philosophorum, 1550 d.C.

L’uomo e la donna equilibrati insieme sono il simbolo dell’Uomo Originale. Molte culture hanno illustrato un androgino con organi sessuali sia maschili che femminili. In alchimia abbiamo sia la versione sessuale che quella desessualizzata, anche se entrambe con la testa bifronte o con due teste separate, una femminile e una maschile, oppure il re e la regina incoronati. 

L’alchimista chiamò il lato maschile Jakin e il lato femminile Bohas . Jakin è rosso e rappresentato dallo zolfo, con la fissità come caratteristica principale. Bohas è bianco, rappresentato dal mercurio e gli viene attribuita la volatilità.

In definitiva, l’androginia non è solo la perfetta combinazione di due opposti ma l’equilibrio di questi due nell’unità.

L’androginia nell’alchimia cinese

Il simbolo yin-yang è un simbolo androgino. Nell’alchimia taoista Ã¨ chiamato taiji-tu e mostra la perfetta fusione della dualità, o la combinazione complementare di tutti gli opposti l’uno con l’altro. L’androgino simboleggia la forza trainante persistente per raggiungere equilibrio e armonia.

Lao Tzu ha scritto che una persona può raggiungere la purezza se riesce a riconoscere sia la dualità femminile che quella maschile e a riconciliarle. Bisogna acquisire la saggezza della mascolinità e aggrapparsi alla femminilità per rappresentare l’Uomo e la Donna ideali come Uno. Secondo gli antichi testi cinesi, filosofi maschi come Zhuang Zhi hanno abbracciato uno stile di vita descritto come Yin o passivo per bilanciare le loro qualità Yang e vivere come un androgino taoista.

Nell’alchimia cinese, il Maschio-Femmina unificato è visto in piedi sulla fronte di un drago. In questo caso, il drago è un simbolo cinese per le forze della natura, e l’androgino significa il trionfo sulla dualità del mondo. La cultura cinese in generale è ricettiva all’idea di androginia, come si vede nella loro ammirazione per Hua Mulan, una donna leggendaria che abbracciò i doveri di un uomo e prestò servizio in cognito come soldato e generale nella Cina di molto tempo fa.

Altri simbolismi androgini nella storia antica includono

il loto

la palma

la Croce

la freccia

l’ancora

lo scarabeo

il serpente

Travisare il Divino Uomo-Donna

Si potrebbero immaginare molte cose quando si menzionano le parole androgino, androginia o androgino. Ciò può includere una donna con caratteristiche maschili o viceversa, un travestito o un omosessuale. Eppure l’origine dell’Androgino o dell’Ermafrodita alchemico o ermetico non è solo superficiale o sessuale. Non si tratta solo di essere uomo e donna allo stesso tempo. Si tratta di essere integri, contenere sia un uomo intero che una donna intera in proporzioni uguali. 

Dobbiamo ricordare che un androgino non è un simbolo letterale. Non rappresenta un bisessuale, un omosessuale o le emozioni, le preferenze o i sentimenti contraddittori che si provano. L’androgino è un simbolo spirituale che indica la verità cosmica o il principio della totalità divina. Non riflette l’effettiva fusione delle sessualità umane, la preferenza di un genere o la presenza o combinazione di un genere nell’altro.

Fusione di simboli per l’androgino alchemico

Bloccato in un progetto? Soffri di indecisione?

Come con la maggior parte dei simboli di armonia, puoi usare l’ermafrodito o l’androgino quando stai vivendo un blocco, confusione o conflitto. Questo simbolo aprirà la strada al flusso e all’unità, alla concentrazione in presenza di distrazione o alla concentrazione invece che alla dispersione.

Sebbene l’androgino non sia mai stato inteso come una rappresentazione letterale o romantica, è utile contemplare questo simbolo alchemico per comprendere la nostra ricerca della completezza in un’altra persona. Queste sono le nature congiunte e sposate che cerchiamo automaticamente finché siamo anime intrappolate nei corpi umani. Non ci sono promesse del compagno perfetto per te qui, ma semplicemente comprendere questo bisogno fondamentale potrebbe aiutarci a essere più saggi nel riconoscere il meglio che possiamo essere e la persona migliore per noi. Nel frattempo, l’androgino ci incoraggia a coltivare in noi stessi ciò che cerchiamo in un’altra persona. Le qualità che ci piacciono negli altri potrebbero essere semplicemente ciò che ci manca o che abbiamo ma che non possiamo vedere in noi stessi. L’accettazione delle nostre imperfezioni può aprire la strada al completamento.

Quando guardiamo il Rebis alchemico , facciamo bene a ricordare che il mondo in cui viviamo è un mondo di dualità e imperfezione. Un po’ di compassione, senso dell’umorismo e saggezza possono fare molto per raggiungere la pace e le nostre aspirazioni nel momento presente.

Puoi anche usare il simbolo taiji-tu o yin-yang in bianco e nero invece del simbolo umano a due teste se rispondi meglio a forme e colori più semplici mentre mediti.

È anche utile usare frasi in rima per evitare che la mente vaghi mentre mediti. Inventane qualcuno o usa quello qui sotto.

Possano i miei Due diventare di nuovo Uno affinché la mia Grande Opera possa essere compiuta.

Fonte: http://www.symbolisms.net/androgyny.html

Androginia: la grande opera dell’alchimista

8 pensieri su “Androginia: la grande opera dell’alchimista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *